Sottoscritta in Città metropolitana la Convenzione che dà formalmente vita al SEAV

La Vicesindaca Palestra: “Rete sempre più forte tra le Istituzioni obiettivo strategico”. Ghilardi (ANCI): “600 comuni in Lombardia hanno già detto sì. Con il SEAV aiutiamo soprattutto i centri medi e piccoli”

Circa quaranta sindaci del Milanese hanno sottoscritto oggi la Convenzione che dà formalmente vita all’Ufficio Europa, il SEAV. L’incontro si è svolto presso la sede di Città Metropolitana di Milano alla presenza della Vice Sindaca Michela Palestra, del Vice Presidente di ANCI Lombardia Giacomo Ghilardi, di Egidio Longoni, Vicesegretario ANCI Lombardia e project manager progetto SEAV, Carmine Pacente, Responsabile coordinamento Progettazione europea Città Metropolitana Milano, Consigliere Comune di Milano, Presidente Dipartimento Europa ANCI Lombardia, Antonio Sebastiano Purcaro, Direttore generale Città Metropolitana Milano, Francesco Vassallo, Consigliere Metropolitano delegato a Digitalizzazione, Sviluppo Economico, Risorse, Bilancio, Spending Review investimenti, patrimonio.

Guarda il video con le interviste. 

“Creare una rete sempre più forte tra le Istituzioni è un obiettivo strategico della Città metropolitana – ha esordito Michela Palestra Vicesindaca e Sindaca di Arese. Siamo molto soddisfatti anche per il numero di Comuni del territorio metropolitano, compresa l’Unione di comuni Adda – Martesana, che accedono ad un unico servizio di europrogettazione, cosa estremamente importante per cogliere pienamente le opportunità offerte dai fondi europei e anche quelli previsti dal PNRR”. “Città metropolitana è sempre più a servizio dei Comuni ad esempio come stazione unica appaltante e per il reclutamento del personale – ha detto il dg Antonio Sebastiano Purcaro. Nostro compito sarà integrare le numerose opportunità di finanziamento europee e nazionali disponibili”.

“Il SEAV è un progetto strategico per il territorio milanese e per la Lombardia – ha aggiunto Giacomo Ghilardi, che è Sindaco di Cinisello Balsamo – che coinvolge ad oggi quasi 600 comuni comprese tutte le Province. E’ un’iniziativa concreta che aiuta i comuni, soprattutto quelli medi e piccoli, a superare le tante difficoltà sulla progettazione europea alla vigilia di una stagione di finanziamenti cha sarà straordinaria e difficilmente ripetibile”.

“Se non facciamo rete non andremo da nessuna parte – ha aggiunto Francesco Vassallo, che oltre a detenere importanti deleghe provinciali è Sindaco di Bollate. Cogliere i finanziamenti europei non è semplice, le fasi di progettazione, implementazione e soprattutto di rendicontazione, sono processi complessi che richiedono formazione e preparazione”.

“Il progetto – ha spiegato ancora Carmine Pacente – è nato per cogliere le opportunità dei finanziamenti diretti messi a disposizione dalla Commissione europea, come il Life, l’Horizon Europe, l’Erasmus+ ma dopo la pandemia i comuni che si mettono in rete grazie ai SEAV territoriali potranno essere maggiormente informati anche rispetto alle opportunità relative ai fondi strutturali europei gestiti da Regione Lombardia che per il 2021-2027 passeranno da 2 a 3,5 miliardi di euro. Intanto nei mesi scorsi abbiamo concordato proprio con Palazzo Lombardia l’atterraggio di un cospicuo pacchetto di finanziamenti che saranno presto a disposizione delle aree urbane più grandi come Milano, Cinisello, Rho, Legnano. Tutto ciò dovrà essere coordinato anche con le risorse e i bandi del PNRR naturalmente”.

Egidio Longoni ha infine ricordato i principali servizi che grazie al progetto saranno gratuitamente a disposizione dei Comuni aderenti fino al 2022: “Oltre ai percorsi di europrogettazione condotti con l’aiuto di esperti, a disposizione ci sarà il SEAV coach che continuerà ad accompagnare per tutto il percorso i coordinamenti territoriali, servizi informativi specifici sui bandi europei, la formazione continua a catalogo, le missioni dei sindaci presso la sede di progetto a Bruxelles, un nuovo ciclo di webinar informativi su programmi di maggior interesse (previsto a gennaio anche uno specifico sul PNRR con esponenti del MEF), il servizio di partenariati e reti per aiutare i territori ad individuare compagni di viaggio europei strategici con i quali collaborare per costruire e realizzare progetti finanziati dalla Ue”.

 

 

Lascia un commento

Devi aver effettuato l'accesso per lasciare un commento. Accedi ora

Ultime notizie

Life, pubblicate le call

Occasione per presentare progetti legati a ambiente e sostenibilità. Ecco le scadenze..

 

Progetto promosso da