Il governo italiano ha trasmesso a Bruxelles il testo finale dell’Accordo di Partenariato 2021-2027: all’Italia 42,18 miliardi di euro, più 16%

Dopo mesi di confronto con la Commissione europea il governo italiano ha trasmesso a Bruxelles il testo finale dell’Accordo di Partenariato 2021-2027 che prevede l’assegnazione all’Italia di 42,18 miliardi di euro di fondi strutturali, di cui 31,67 andranno al Mezzogiorno.

La cifra rappresenta circa il 16% in più dei fondi del 2014-2020, una dotazione di risorse che si aggiunge al PNRR e al Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Dopo la notifica del testo agli uffici della Commissione europea, la sottoscrizione formale dell’Accordo è prevista entro luglio.

Nel nuovo Accordo di Partenariato le novità sono tra l’altro il PN Salute, ovvero l’estensione del PN Metro alle città medie del Mezzogiorno per la riqualificazione delle periferie, l’uso di fondi per l’assunzione di nuove professionalità nella pubblica amministrazione e la forte concentrazione di risorse sugli obiettivi della transizione ecologica e digitale.

Il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna oltre all’annuncio ha ricordato la novità dei compiti di affiancamento ed eventualmente sostitutivi affidati all’Agenzia per la Coesione Territoriale che garantiranno il buon fine degli investimenti.

 

 

 

Lascia un commento

Devi aver effettuato l'accesso per lasciare un commento. Accedi ora

Ultime notizie

Missione a Bruxelles

Una delegazione di sindaci lombardi guidati da ANCI Lombardia, dalla Provincia di Brescia e da R..

 

Progetto promosso da