Primo webinar sul programma CERV. Partito il nuovo ciclo nell’ambito di Lombardia Europa

Esponenti dell’Eacea, l’agenzia della Commissione che gestisce il programma CERV illustrano le opportunità per attivare e consolidare connessioni e partnership stabili tra gli enti locali europei.

Si è svolto oggi il primo webinar del nuovo ciclo promosso nell’ambito del progetto SEAV – Servizio Europa di Area Vasta – Lombardia Europa 2020. Oggetto dell’incontro informativo rivolto alla comunità di enti locali che aderiscono ai SEAV, come attivare e consolidare nel tempo i gemellaggi e le reti tra città europee, strumenti fondamentali per realizzare iniziative specifiche che, come chiede l’Europa, promuovano la coesione tra le realtà locali dell’Unione e la condivisione dei valori fondanti ma anche, ai fini dell’attivazione di progetti finanziati direttamente dalla Commissione europea, per costruire partnership indispensabili per progettare in Europa.

Il webinar, che ha registrato 80 partecipanti (guarda la videoregistrazione), ha riguardato l’illustrazione del programma CERV – Citizens, Equality, Rights and Values Programme che oltre a sostenere le iniziative di gemellaggio e di costruzione di reti tra città, promuove con fondi specifici la tutele dei diritti (ad esempio contro la violenza domestica e sulle donne, per la tutela dei minori) e l’inclusione sociale delle persone disabili per citare un altro filone tra i tanti.

A spiegare caratteristiche e funzionamento del programma e soprattutto a delineare il bilancio del programma nella versione 2014-2020 e come sarà adattato nella prossima programmazione europea 2021-2027, Chiara Sorge e Marta Sodano, due illustri esponenti e project officer di EACEAl’agenzia della Commissione che si occupa della gestione del CERV.

Un tema di grande interesse per gli enti locali europei, tanto che in tutta Europa nel settennato che si è appena concluso, si è registrata la candidatura di ben 14 mila progetti dei quali ne sono stati selezionati e finanziati 2500. L’Italia ha avuto un vero e proprio ruolo da protagonista, come dimostra la tabella qui sotto.

Gemellaggi e reti si differenziano in base alla complessità, agli importi finanziati e alla durata dei progetti. I primi possono ottenere un massimo di 25 mila euro i secondi fino a 150 mila euroAllegato il dettaglio di quanto illustrato da Sorge e Sodano, soprattutto sugli aspetti di funzionamento, caratteristiche, importi e modalità di attivazione.

Egidio Longoni, project manager di Lombardia Europa 2020 e vice segretario di ANCI Lombardia ha fatto il punto sull’avanzamento del progetto SEAV, sottolineando l’importanza della costruzione delle reti tra città europee. Tra i servizi di cui i circa 600 comuni aderenti a Lombardia Europa 2020 potranno beneficiare fino al termine del progetto vi sono infatti il sostegno alla attivazione di network europei anche grazie alla presenza dell’Ufficio allestito a Bruxelles da ANCI presso la sede della delegazione di Regione Lombardia nella capitale delle istituzioni europee. Un progetto aperto, il SEAV, al quale i comuni lombardi possono ancora aderire ([email protected], per info), ha sottolineato Longoni.

Luigi Dell’Aquila, European Project Manager e SEAV Coach Bergamo ha in particolare descritto i vantaggi e le notevoli semplificazioni apportate dalla Commissione al programma nel recente periodo, come i contributi forfettari e le rendicontazioni molto più semplici e non più analitiche rispetto al passato.

 

Allegati

Slides di presentazione del Programma CERV Scarica
Programma Webinar CERV Scarica

 

Lascia un commento

Devi aver effettuato l'accesso per lasciare un commento. Accedi ora

Ultime notizie

Missione a Bruxelles

Una delegazione di sindaci lombardi guidati da ANCI Lombardia, dalla Provincia di Brescia e da R..

 

Progetto promosso da