Lombardia Europa 2020

Pubblicato martedì 30 ottobre 2018

Contact point a Bruxelles, Longoni: "Aspettative dei comuni sono alte"

Il vicesegretario di Anci Lombardia cita i dati della ricerca condotta nell'ambito del progetto

di Redazione Lombardia Europa 2020

martedì 30 ottobre 2018

"La maggiore attesa si registra tra i giovani dipendenti pubblici, per lo più laureati o specializzati, e donne, che vedono nell’Europa l’occasione per il rilancio del territorio nel quale vivono e lavorano"


L’apertura della nuova sede a Bruxelles è uno dei primi risultati del progetto avviato da ANCI Lombardia in collaborazione con Regione e Provincia di Brescia, che punta a realizzare uffici Europa  in tutti i territori lombardi, compresa la città metropolitana di Milano. Un progetto ambizioso, della durata di 30 mesi, che prevede formazione, tutoraggio e start up di realtà organizzate a livello territoriale, partendo dai capoluoghi e dalle province, oggi “case dei comuni”, e coinvolgendo in seguito tecnici ed amministratori degli enti locali più disponibili.

"Le aspettative sono alte", spiega Longoni (nella foto, primo a sinistra), vice segretario ANCI Lombardia e project manager del progetto. Una ricerca condotta da ANCI Lombardia, i cui risultati definitivi saranno illustrati entro la fine del 2018, dimostra infatti la grande e positiva attenzione che i pubblici amministratori in forza nei più di 1500 enti locali lombardi (comuni, province, comunità montane) nutrono nei confronti della “casa europea” perché capace di generare risorse utili allo sviluppo del territorio. L’aspettativa è alta tanto nei grandi comuni quanto in quelli piccoli. E la maggiore attesa si registra tra i giovani dipendenti pubblici, per lo più laureati o specializzati, e donne, che vedono nell’Europa l’occasione per il rilancio del territorio nel quale vivono e lavorano. La ricerca dice però anche che non tutti sono sufficientemente pronti. Ecco quindi la grande attesa nei confronti del progetto SEAV – servizi Europa d’area vasta: ricevere un’adeguata e aggiornata formazione per cogliere i frutti messi a disposizione dalla programmazione comunitaria. Dal quartier generale di ANCI Lombardia, la macchina organizzativa è al lavoro dalla scorsa estate.

“Stiamo completando il materiale di comunicazione - continua Longoni -, a cominciare da una brochure sintetica ed efficace già disponibile. Inoltre  tra pochi giorni sarà on line il sito web nel quale saranno contenute tutte le informazioni e un’area riservata dove i membri della community che si sta formando potranno condividere le esperienze. Avvieremo inoltre un’attività dedicata di engagement attraverso i social per intercettare la parte più attiva degli amministratori locali. Senza dimenticare di stimolare anche i principali stakeholder territoriali, come camere di commercio, università, poli di ricerca, per i quali le porte degli uffici Europa locali saranno sempre aperte”.

In queste settimane prosegue il tour di ANCI nei territori per raccogliere adesioni al progetto: si parte con la sigla di un protocollo di intesa tra sindaco del comune capoluogo e presidente della provincia interessata. Ad oggi le intese sono state siglate a Brescia e, dopo incontri specifici, stanno per essere formalizzate a Varese, Lecco, Pavia, Sondrio, Como, Mantova, Milano. Seguiranno gli altri territori. “Contiamo molto – dice ancora Longoni – sulla disponibilità dei comuni più attrezzati, come ad esempio Milano e Bergamo, affinché possano condividere con gli enti locali medio piccoli che si metteranno in rete, la loro capacità maturata in questi anni nell’acquisire finanziamenti europei. Per dare un’idea, più del 50% dei progetti lombardi finanziati dalla UE in modo diretto se li è aggiudicati il capoluogo lombardo. Una ricchezza che desideriamo mettere a sistema e a servizio di tutti i comuni”.

Dal progetto, insomma, ANCI si attende lo sviluppo delle capacità progettuali da parte dei network degli enti locali ma anche di aumentare la percezione dei bisogni più sentiti dal territorio. “La valenza di questa iniziativa – conclude Longoni - è duplice perché permetterà ai comuni, anche di piccole e medie dimensioni, di cogliere le opportunità della programmazione europea ma darà allo stesso tempo alle istituzioni importanti feedback e aggiornamenti sulle necessità peculiari espresse dalle nostre comunità”.

Non sono presenti aree di interesse

Commenti

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento

Lascia un commento

Occorre effettuare il login per inviare un commento

Agenda

News

Lombardia Europa 2020

Pubblicato venerdì 15 novembre 2019

L'Europa incontra i cittadini

Anche a Mantova Consiglio comunale aperto con la Commissione europea

di Redazione Lombardia Europa 2020

Tappa nel capoluogo mantovano dei Dialoghi con i cittadini. Intervento di Massimo Gaudina, capo della Rappresentanza a Milano. Prosegue l'iniziativa in collaborazione con ANCI Lombardia. Prossima tappa Pioltello (Milano)...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato venerdì 15 novembre 2019

A Milano il Forum EUSALP

A Palazzo Lombardia il 28 e il 29 novembre il punto sulla strategia europea per la regione Alpina

di Redazione Lombardia Europa 2020

Fino a fine anno la presidenza di Eusalp tocca all'Italia e Regione Lombardia è la coordinatrice delle Regioni e delle Province autonome . ...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato venerdì 8 novembre 2019

Partono gli Eurolab

A Milano appuntamento partecipato, presenti tutti i coordinamenti territoriali

di Redazione Lombardia Europa 2020

Il Vicesegretario generale di ANCI Lombardia Egidio Longoni e Mario Battello, direttore di Tecla, partner del progetto Lombardia Europa 2020 illustrano le modalità di sviluppo sui territori. ...

Non sono presenti aree di interesse


Realizzato con il sostegno di

Realizzato con il Sostegno