Progetto

Il progetto

Il progetto LOMBARDIA EUROPA 2020, realizzato in partenariato da Regione Lombardia, ANCI Lombardia e Provincia di Brescia, è promuovere presso il personale dipendente degli enti locali della Lombardia la capacità progettuale per la programmazione europea e l’attivazione di azioni di sistema con il partenariato socioeconomico locale nel quadro dell’Agenda urbana dell’Unione europea.

Nell’avviare un riordino complessivo dell’assetto istituzionale, la legge 56/14 (Legge Delrio) indica la possibilità di attivare forme flessibili di gestione associata delle politiche europee tra zone di Area Vasta e Comuni e – allo stesso tempo – stimola le grandi Città a proporre i propri servizi europei, oltre che all’area urbana, all’intero territorio metropolitano. La legge, in altri termini, sostiene nuovi protagonismi progettuali e nuove modalità cooperative di gestione delle politiche e dei fondi europei sui territori da parte dei Comuni, delle Province, delle Unioni e delle Aree Vaste, introducendo il tema innovativo – ma in linea con gli orientamenti dell’Unione europea – del governo cooperativo e collaborativo delle politiche europee, in particolare quelle rivolte all’attuazione dell’Agenda urbana (Patto di Amsterdam del 2016).

Attraverso la progettazione e implementazione dei Servizi SEAV – Servizi Europa d’Area Vasta – il progetto vuole promuovere lo sviluppo di modelli territoriali di rete che favoriscano la collaborazione e la gestione associata dei servizi che consentano di rafforzare la capacità degli enti locali di utilizzare i fondi della programmazione europea, in coerenza con le priorità programmatiche regionali, e di attrarre e utilizzare risorse europee per realizzare politiche territoriali tese a rispondere alle esigenze del territorio.

Seav è una rete di soggetti pubblici che, anche in cooperazione con i soggetti del territorio, attiva progettualità innovative, seguendo quella logica del capacity building che può consentire di ottenere risultati utili e importanti perché duraturi.

Obiettivi

In primo luogo il progetto vuole innalzare il livello di consapevolezza dei funzionari pubblici sulle opportunità di finanziamento messe a disposizione dall’Unione Europea nell’ambito della programmazione europea 2014-2020.

Importante obiettivo è accrescere e perfezionare le competenze specialistico-operative del personale degli enti locali sulla programmazione e sulla progettazione europea, valorizzando le conoscenze e l’esperienza già presenti sulle politiche e gli strumenti finanziari della programmazione europea: POR regionali, PON nazionali, Programmi della Cooperazione Territoriale Europea – CTE, Programmi a Gestione Diretta dell’UE; e tecniche di europrogettazione e gestione dei progetti.

Obiettivo è anche attivare strategie di cooperazione e collaborazione amministrativa ispirate al modello sussidiario della “rete” (rete di servizi locali europei) tra istituzioni e/o organizzazioni di livello differente, dello stesso livello o in forma ibrida, così da permettere l’istituzione dei SEAV.

Risultati attesi del progetto

Attivare una rete di governance multi-stakeholder delle politiche europee territoriali in grado di attivare processi di cooperazione tra Comuni, Province, Unione dei comuni, Zone omogenee e Aree vaste;

Sensibilizzare Amministratori, Dirigenti, Funzionari e Operatori pubblici del contesto regionale sulla necessità di rilanciare le attività amministrative degli enti locali sui fondi europei;

Informare le Pubbliche amministrazioni del contesto territoriale lombardo sulle opportunità europee e sulla possibilità di attivare processi cooperativi progettuali in ambito europeo;

Creare una rete di attori pubblici e privati con competenze specifiche in materia di programmazione e progettazione europea in grado di attivare processi progettuali a livello locale e favorire la presentazione di progetti in sede europea;

Conoscere in modo approfondito lo stato dell’arte ‘europeo’ in Regione Lombardia, le esigenze e le potenzialità europee del territorio, con particolare riferimento alle competenze europee e alle potenzialità delle progettualità locali;

Conoscenza e analisi dei principali modelli organizzativi delle autonomie locali, sia a livello europeo che nazionale, nell’accesso ai Fondi europei;

Definire, attraverso la sottoscrizione di n. 12 Accordi/Protocolli Seav, le relative strategie attuative e avviare il processo di implementazione dei servizi a livello locale;

Garantire la diffusione dei risultati del progetto su tutto il territorio regionale e sovra-regionale;

Creare gli strumenti per lo sviluppo dei processi progettuali attivati nel corso del progetto (Piattaforma interattiva, Programmi dettagliati dei Piani di formazione continua, Albo dei Seav-Coach, Registro di formatori in ambito di europrogettazione).

Creazione di una Community regionale sull’Europa (Club-Seav) che consenta sia di valorizzare tutte le opportunità economiche, relazionali e socio-culturali provenienti dall’Unione europea, sia di attivare processi di scambio e formazione continua delle competenze tecnico-amministrative dei partecipanti;

Sottoscrizione di Convenzioni Seav tra enti pubblici di differenti livelli quale base formale e sostanziale di relazione istituzionale volta a promuovere processi di programmazione territoriale sulle politiche europee alla luce di quanto previsto dalla legge 56/14 (Legge Delrio);

Definizione di Linee-guida e Regolamento organizzativo-gestionale dei Seav, quali strumenti per guidare i processi progettuali attivati a livello territoriale e tesi a presentare con continuità in sede europea progetti di qualità;

Step di progetto

  1. Governance del progetto Lombardia Europa 2020
  2. Azioni di comunicazione, diffusione e sensibilizzazione
  3. Formalizzazione dei SEAV (Accordi e Adesione)
  4. Analisi di sfondo: ricerca sugli enti locali lombardi su politiche e fondi europei
  5. Eventi informativi e formativi
  6. Focus-group sul fabbisogno di competenze europee
  7. EuroLab – Laboratori territoriali sulle politiche europee
  8. Sottoscrizione delle Convenzioni SEAV
  9. Star-Up SEAV: implementazione e assistenza

L’istituzione dei Seav avverrà alla fine del percorso integrato di ricerca, informazione, formazione, progettazione e sperimentazione previsto dal progetto LOMBARDIA EUROPA 2020.

Eventi informativi e formativi europei

In ogni territorio nel quale è presente l’Accordo di avvio del progetto è organizzato un evento informativo sulle politiche, sui fondi e sulla programmazione europea 2014-2020 e sulle strategie in corso post 2020, rivolto ad Amministratori, Dirigenti e Funzionari della Pubblica Amministrazione. Accanto a questi eventi, per rafforzare le competenze progettuali e strategiche sui fondi diretti e indiretti, si organizzeranno moduli di formazione specifici di due o tre giornate con il personale degli enti locali.

Il progetto prevede l’organizzazione di almeno un evento di questo tipo per ciascuna area vasta. Ogni evento è costituito da n. 1 giornata per ogni territorio nel corso della quale verranno presentati, in termini generali, i principali argomenti legati alla Programmazione Europea.

Sulla base degli esiti dell’analisi del fabbisogno di competenze dei territori coinvolti potranno inoltre essere realizzati dei moduli (aggiuntivi alla giornata introduttiva) di approfondimento.

I temi trattati faranno riferimento a:

La Strategia Europa 2020, la programmazione 2014-2020, il bilancio europeo, i fondi europei (diretti, Strutturali e di Investimento Europei –SIE);

La progettazione europea, il Project Cycle Management (PCM), la rendicontazione, la valutazione dei progetti;

Contenuti del progetto Lombardia Europa 2020 e il Seav

Focus group sul fabbisogno di competenze europee

In questa fase si raccolgono informazioni sul fabbisogno di competenze europee presente a livello locale sia rispetto alle funzioni gestionali che a quelle organizzative, mettendo in evidenza in modo particolare le esigenze di relazione e di comunicazione del sistema.

A tal fine, si prevede lo sviluppo di un’attività di ricerca che, basandosi sui dati raccolti nel corso della fase di analisi della Macrofase 4, metta in relazione le informazioni e i dati raccolti all’interno di contesti caratterizzati da dinamiche relazionali e bisogni specifici.

Verranno organizzati momenti partecipati di analisi dei fabbisogni europei del territorio lombardo (n. 1 per ciascuna area vasta) gestiti con la tecnica del Focus Group - Nominal Group Technique.

I Focus Group – che saranno della durata di 4 ore ciascuno – rappresentano il naturale sviluppo dell’attività di ricerca e reperimento dati condotta, attraverso l’analisi SWOT, nell’ambito della macrofase 4. A partire infatti dai risultati emersi nella fase 4, si attiva un percorso di ricerca basato su modalità partecipative che coinvolgono direttamente i territori, relativamente all’individuazione dei fabbisogni di competenze europee sia di tipo gestionale che organizzativo, mettendo in evidenza le esigenze di relazione e di comunicazione tra i sistemi locali e regionali, con i livelli regionale, nazionale ed europeo.

I Focus Group sono rivolti ad Amministratori, Dirigenti e Funzionari degli enti locali lombardi interessanti alle politiche europee. Si prevede la partecipazione di circa 20 persone per ogni Focus Group.

Vengono elaborati i dati raccolti nel corso dei focus group e vengono redatti i report di ricerca, ciascuno con le indicazioni specifiche relative all’area vasta di riferimento.

Euro-Lab: Laboratori territoriali sulle politiche europee

L’obiettivo di questa macro-fase è quello di attivare un processo di progettazione partecipata del Servizio Europa d’Area Vasta (Seav). In ogni territorio verrà attivato un Euro-lab - Laboratorio territoriale sulle politiche europee che fornirà indicazioni per la produzione dei Progetti di sviluppo SEAV, progetti personalizzati sulla base delle peculiarità territoriali e delle specifiche esigenze emerse che conterranno le indicazioni strategiche, tecniche e operative per procedere all’implementazione e all’avvio di SEAV all’interno dei diversi contesti lombardi coinvolti dal progetto.

Ogni Progetto di sviluppo Seav contiene, in particolare: il Sistema di servizi europei di area vasta, che deve rispondere alle esigenze del territorio ed essere adeguato alle professionalità e alle risorse che si intendono mettere a disposizione; e il Modello di gestione associata del sistema dei servizi europei di area vasta, che deve essere funzionale alle caratteristiche formali e informali del territorio, nonché alle potenzialità e alle esperienze delle organizzazioni coinvolte. Tali contenuti andranno integrati all’interno della Convenzione Seav che determinerà l’avvio del servizio su ciascun territorio.

Nel corso dello sviluppo della macrofase, si prevede la realizzazione di un’analisi di benchmark per analizzare i modelli organizzativi delle autonomie locali nell’accesso ai Fondi Europei, sia con riferimento ad alcune significative realtà italiane che europee. Tale analisi consentirà di approfondire specifici elementi di discussione nell’ambito dei Laboratori e rappresenterà la base per lo sviluppo dei modelli organizzativi dei singoli SEAV lombardi che tengano conto delle priorità che l’Unione europea si darà da qui al 2030.

EuroLab verrà condotto utilizzando metodologie partecipative (world cafè e gruppi di lavoro). L’obiettivo di ogni EuroLab è quello di far emergere suggerimenti, idee ed esigenze per la progettazione e la sperimentazione di Servizi Europa d’Area Vasta.

Ogni EuroLab – costituito almeno da 3 appuntamenti – affronterà i seguenti temi:

  • • quali servizi europei proporre nel proprio contesto d’area vasta?;
  • • quali fondi attrarre dall’Europa?;
  • • quali politiche europee trasferire nel territorio e come fare ?;
  • • quali sinergie istituzionali d’area attivare?;
  • • quali attori dell’area vasta coinvolgere e far partecipare?;
  • • come organizzare il partenariato a livello europeo e locale?,
  • • come gestire le procedure amministrative connesse con i processi di progettazione europea

Ogni EuroLab prevede la partecipazione di 20 persone (max) ed è rivolto a Dirigenti, Funzionari e operatori dei territori interessati. Ciascun EuroLab produrrà il Progetto di sviluppo Seav come base contenutistica delle Convenzioni Seav.

 

Iscriviti alla Community

Agenda

News

Lombardia Europa 2020

Pubblicato giovedì 18 luglio 2019

Anci Lombardia porta i comuni a Bruxelles

Delegazione nella capitale delle istituzioni europee il 23 e 24/7. Incontri con la Commissione

di Marcello Volpato

Guidata dalla vicepresidente Bernardi e dal presidente del Dipartimento Europa Pacente, avrà un colloquio con il direttore della DG REGIO De Michelis mentre nel sede di Casa Lombardia condividerà con stakeholder il progetto Lombardia Europa 2020...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato mercoledì 10 luglio 2019

Anche a Bergamo si parte

Seminario informativo molto partecipato nel capoluogo orobico

di Marcello Volpato

L'esperienza del capoluogo orobico che dal 2014 ha attivato più di 20 milioni di euro, a servizio del territorio. Presenza numerosa di di tecnici e amministratori dei comuni della bergamasca...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato martedì 2 luglio 2019

Le novità del Fondo sociale europeo

Potranno finanziare anche sanità pubblica e innovazione sociale

di Marcello Volpato

Luisa Lovisolo, docente nei seminari informativi del Progetto SEAV, spiega le novità dello storico fondo attivato dall'Unione europea con i trattati di Roma del 1957. Nuovi campi di intervento e possibilità di accesso diretto per gli enti locali. ...

Non sono presenti aree di interesse


Realizzato con il sostegno di

Realizzato con il Sostegno